Ambiente Animali Le buone notizie da Gaia

Un parco australiano potrebbe diventare la casa di dieci bellissimi ornitorinchi!

La biodiversità è uno dei fiori all’occhiello dell’Australia: l’enorme isola-continente ospita numerosissime specie animali, alcune del tutto uniche. Certamente, la più nota e la più curiosa è il simpatico ornitorinco.

Purtroppo, le ricerche mostrano che i cambiamenti climatici e fenomeni estremi come incendi e siccità disastrose stanno avendo pesanti effetti sul regno animale australiano. E, purtroppo, uno degli animali più colpiti è proprio l’ornitorinco.

È un castoro? Una papera? È un ornitorinco

L’ornitorinco è un piccolo mammifero dalla struttura davvero singolare: è l’unico animale del suo genere, nonché uno delle ultime cinque specie a far parte dell’ordine dei monotremi, cioè i mammiferi che depongono uova.

Le sue zampe sono munite di una specie di artiglio cavo che utilizza per iniettare un potente veleno a scopi difensivi, altra caratteristica molto rara per un mammifero. Inoltre, ha una spiccata capacità di elettrolocazione: individua le sue prede grazie all’attività elettrochimica del loro corpo, che percepisce grazie ad appositi recettori.

Si tratta di un piccolo mammifero che vive parzialmente in acque profonde lungo stagni e torrenti, per poi ritirarsi in tane poco profonde che scava sotto radici di alberi vicino agli argini.

Una nuova casa per una specie unica

Purtroppo, l’habitat di questo particolarissimo animale si è andato via via riducendo: un fattore che costituisce una minaccia alla sopravvivenza della specie. Per contrastare questa tendenza negativa, alcune associazioni australiane, inclusa la sezione locale del WWF, hanno deciso di preparare il terreno per un nuovo progetto di reinserimento.

Per questo motivo, il Royal National Park dell’Australia subirà delle modifiche che lo renderanno un habitat ideale per gli ornitorinchi. Il parco sorge ad alcuni chilometri dalla città di Sidney e da almeno 40 anni non vedeva la presenza di questi animali.

Se le cose andranno come sperato, allora entro un anno verranno introdotti 10 esemplari per dare il via a un ciclo riproduttivo che permetta di tornare a far crescere i numeri degli ornitorinchi. Un nuovo inizio per questa interessantissima specie!

Se il tema della biodiversità e dei suoi benefici vi interessa, ci sono altre buone notizie:

L’aquila testabianca ripopola l’America

Il bisonte europeo tornerà a popolare le foreste inglesi

A Chernobyl le mucche tornano libere

Prova Gratis UAM.TV per una settimana!
UAM.TV. Film, documentari e videocorsi per un altro mondo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.