Ambiente Le buone notizie da Gaia

Le foreste della California si stanno riprendendo dopo gli incendi dell’anno scorso

Ricordiamo tutti le immagini devastanti degli incendi che per intere settimane hanno inghiottito le foreste della California lo scorso anno. Un disastro ambientale causato dal riscaldamento globale e dalla siccità che da anni colpisce lo stato americano.

Oltre alle migliaia di persone sfollate, gli incendi della California hanno distrutto il 97% della vegetazione nel Basin Park. Ma i ricercatori si dicono elettrizzati dalla possibilità di osservare come l’ecosistema si rigenererà dopo la devastazione.

La resilienza della natura

Joanne Kerbavaz è una scienziata ambientale dello Stato della California. Secondo lei, il seguito di questa catastrofe sarà un’occasione per reinventare il modo degli umani di interagire e relazionarsi con il Basin Park e con le riserve naturali in generale.

Ma oltre alla possibilità di ripensare strade, ponti e sentieri che dovranno essere ricostruiti, c’è anche l’aspetto naturalistico. Infatti, i boschi del Basin Park, famosi per le loro sequoie antiche, si stanno già riprendendo con un limitato intervento umano.

Kerbavaz descrive nei suoi rapporti come, mentre alcune specie vengono distrutte dal fuoco, altre possono trarre giovamento da esso. Come ad esempio alcune specie di pino che richiedono temperature incendiarie per sciogliere la loro resina, necessaria per spandere i loro semi. O ancora, le numerose specie di picchi che preferiscono nidificare nei tronchi morti, piuttosto che in quelli vivi.

“Entro 5 o 10 anni il parco sarà riaperto al pubblico”, continua Kerbavaz. “Sarà un’occasione per mostrare a tutti i processi della natura e come l’ecosistema abbia le sue strategie per rigenerarsi”.

Una foresta diversa

Nessuno restituirà mai le sequoie distrutte. Esemplari vecchi addirittura 2000 anni sono stati bruciati nel giro di poche ore. E tra quelli che sono sopravvissuti all’incendio, ce ne sono molti che potrebbero non superare le ferite del fuoco.

Ma accanto a loro sono già comparsi germogli e arbusti di nuovi esemplari, accanto alle tante specie che hanno già cominciato a nutrirsi dello strato nutriente creato dalle masse di cenere. Basin Park tornerà verde, ma potrebbe non essere la stesso parco che gli americani visitano dal 1900.

Le foreste californiane hanno superato un evento traumatico devastante. Come le persone, superare questo trauma le spingerà verso il cambiamento e le porterà a riadattarsi. “La foresta tornerà verde” conclude Kerbavaz, “ma non sarà la foresta che conoscevamo.”

Se il tema dell’ambientalismo e della conservazione degli ecosistemi vi interessano, non perdetevi queste buone notizie:

La barriera corallina più sana del mondo si trova vicino a Rowley Shoals

Sfamare una citta dai tetti? A Montreal ci stanno provando con l’agricoltura urbana!

Magliano Alpi: nasce la prima comunità energetica green d’Italia

Parte il progetto inglese per la riforestazione dei fondali marini

Prova Gratis UAM.TV per una settimana!
UAM.TV. Film, documentari e videocorsi per un altro mondo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.