Animali Le buone notizie da Gaia

Il cavallo che fa pet therapy per i malati di cancro: la storia di “Dottor Peyo”

Nel reparto di oncologia dell’ospedale di Calais, in Francia, c’è un ospite molto speciale e insolito. Si tratta di un grosso cavallo di 15 anni di nome Peyo, anche se per tutti ora il suo nome è “Dottor Peyo”. La sua peculiarità? Assistere i malati terminali nelle ultime fasi della loro vita, portando loro un po’ di conforto.

Una vocazione per la pet therapy

Peyo ha vissuto parte della sua vita come cavallo da esposizione negli spettacoli equestri. È stato proprio durante questi eventi che il suo padrone, Hassen Bouchakour, ha notato una sua abilità particolare: Peyo era in grado di riconoscere istintivamente le persone malate durante gli spettacoli. Una volta identificate in mezzo al pubblico, Peyo si avvicinava a loro e rifiutava di muoversi.

Sebbene questa sua capacità abbia posto fine alla sua carriera sportiva, ha però dato inizio a una nuova carriera ospedaliera. Hassen e Peyo sono entrati a far parte dell’associazione terapeutica “Les Sabot du Coeur”, diventando frequenti ospiti dell’ospedale di Calais.

Il motivo dell’interesse verso Peyo non è solo dettato dalla sua capacità empatica, ma anche dalla capacità di capire senza aiuto quali pazienti soffrano di malattie terminali come il cancro. Una capacità che nemmeno i veterinari sanno spiegare e che al momento è al centro di accurati studi.

La vita di un cavallo in corsia

Naturalmente, portare Peyo in ospedale non è un’operazione semplice. Dovendo mantenere l’ambiente privo di batteri e contaminanti esterni, è inevitabile un’accurata routine di pulizia.

Hassen passa circa 2 ore a strigliare Peyo, usando prodotti specifici per rendere il suo manto sterile e sicuro per entrare nei reparti oncologici. Ma certamente ne vale la pena, in quanto Peyo è amato da tutti i pazienti e dal personale medico.

Una volta all’interno dei reparti, Peyo si muove liberamente per le corsie e le stanze, spostandosi di letto in letto per tenere compagnia ai pazienti. Grazie al suo temperamento mansueto, Peyo è oramai un ospite fisso anche nei reparti oncologici per bambini.

Un compagno alla fine della vita

Il lavoro di Hassen e Peyo continua dal 2016 e ancora oggi è di grande valore umano per le persone che transitano per l’ospedale di Calais. Da quando Peyo lavora nel reparto di oncologia, ha aiutato e accompagnato verso la fine della vita oltre 1000 pazienti.

Una storia commovente di relazione tra uomo e animale, uniti da un legame profondo anche nei momenti più cupi della loro vita. Se le storie di animali e animalismo vi interessano, non perdete queste altre buone notizie:

Un pellicano sopravvissuto a un disastro petrolifero torna a casa dopo dieci anni

I rinoceronti nepalesi aumentano i loro numeri

La pantera di Puglia in realtà è una magnifica serval nera con i suoi cuccioli

Prova Gratis UAM.TV per una settimana!
UAM.TV. Film, documentari e videocorsi per un altro mondo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.