Animali Documentari Recensioni

Le Spiagge di Chelona: salviamo le tartarughe!

Sulle tracce di una delle più belle creature del Mediterraneo, Le Spiagge di Chelona è un breve documentario dedicato alle tartarughe Caretta Caretta. Un viaggio sulle spiagge del Peloponneso, in Grecia, per scoprire di più su questi animali.

IL VIAGGIO DELLE TARTARUGHE

La stagione della deposizione delle uova è uno dei momenti più delicati del ciclo vitale delle tartarughe di mare. Un periodo di migrazione, ricerca di spiagge adatte per la costruzione dei nidi, di protezione e vulnerabilità.

I protagonisti seguono associazioni di volontari per scoprire le rotte migratorie delle Caretta Caretta e avvistarne alcuni esemplari. Ma oltre al turtle-watching, Le Spiagge di Chelona segue anche il mondo dei volontari che vigilano su questo momento delicato.

Insieme ai volontari di una delle principali associazioni dedite alla protezione delle tartarughe marine, scopriamo quindi le numerose minacce alla sopravvivenza e i vari modi in cui possiamo proteggere queste creature marine.

PERICOLI, TRA MARE E SPIAGGE

Scoprire quanti fattori mettano in pericolo la vita delle tartarughe ci permette di renderci conto quanto il sostegno e la protezione siano indispensabili. Soprattutto quando gli habitat in cui le tartarughe covano le loro uova sono stati invasi dal turismo di massa.

La presenza dell’uomo compromette le condizioni ideali per la deposizione di uova. Ad esempio, con il traffico navale e lo scarico di rifiuti in mare vengono minacciate le rotte migratore, causando lesioni spesso fatali agli esemplari.

In secondo luogo, anche i nidi sepolti nella sabbia sono costantemente minacciate: le vibrazioni degli autoveicoli, delle masse di bagnanti, possono causare traumi all’embrione e impedirne la schiusa. Per questo motivo, i nidi vengono identificati dai volontari e messi in sicurezza con transenne che tengano lontano potenziali pericoli.

E infine, i rischi naturali: infezioni e batteri che possono decimare le nidiate, i predatori che nella notte possono scavare i nidi in cerca di un pasto facile. Una vera e propria esistenza di costante pericolo.

L’INCONTRO CON CHELONA

Dopo la carrellata di problemi e preoccupazioni che il documentario solleva, tutto si chiude su una nota positiva. Per quanto emergano le problematiche della convivenza delle tartarughe marine con la società umana, il buon esempio arriva da un porticciolo di un piccolo villaggio greco.

Qui, un anziano pescatore ha cominciato a regalare i propri scarti a una tartaruga di nome Chelona, da cui il documentario prende il titolo. Chelona ha cominciato a presentarsi nel porticciolo ogni giorno, e col tempo ha anche imparato a fidarsi degli esseri umani.

Una bella dimostrazione di una coesistenza possibile, che richiede solo un po’ di rispetto.

Titolo: Le spiagge di Chelona
Regia: Alessandro De Rossi; Federica Botta
Genere: documentario
Durata: 25′
Anno: 2012
Paese di produzione: Italia

Le Spiagge di Chelona ribadisce quanto la tutela della vita marina sia importante e quanto essa possa essere meravigliosa. Se non ne avete mai abbastanza delle nostre amiche tartarughe, potete guardare anche Butterfly in the Blue: una sorta di documentario gemello di questo, incentrato sulle immersioni con le tartarughe di due ragazze disabili. Potete leggere la nostra recensione qui.

Prova Gratis UAM.TV per una settimana!
UAM.TV. Film, documentari e videocorsi per un altro mondo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Vi ricordiamo che potete visionare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.