Film Recensioni

Arrugas: solidarietà nella vecchiaia

Un anziano direttore di banca malato di Alzheimer. Un cinico ma amabile compagno di stanza. Un ospizio dove gli anziani combattono contro l’indifferenza e la solitudine. Questo lungometraggio animato di Ignacio Ferreras, tratto dalla graphic novel di Paco Roca, racconta il dramma dell’invecchiamento attraverso un’amicizia improbabile nata tra le mura di una struttura per anziani.

La trama di “Arrugas”

Emilio è un anziano che per vent’anni ha lavorato come direttore della banca del suo quartiere, ma che una volta divenuto troppo vecchio viene mandato in una casa di riposo dalla sua famiglia. Qui si trova ad affrontare un mondo del tutto nuovo.

Fa la conoscenza di altre persone come lui, tra cui il cinico Manuel, il suo nuovo compagno di stanza. Le giornate di Emilio trascorrono nella monotonia dei pasti e delle visite mediche, sempre accompagnate dalla paura di venire spedito al piano superiore. Quello dove finiscono gli anziani non più autosufficienti, dove le persone vengono lasciate in giro come oggetti.

La paura di Emilio si concretizza di fronte all’inevitabile: il suo Alzheimer sta peggiorando e presto non riconoscerà più nulla. L’aiuto di Manuel si rivelerà fondamentale per evitare di venire scoperto dai medici della struttura e tirerà fuori il lato più umano e solidale dell’anziano amico.

Una storia di umanità e solidarietà

L’amicizia tra gli anziani ospiti della struttura, percorsa da continui conflitti e litigi, dà loro l’occasione di confrontarsi sulla vita, la morte e il decadimento. Di fronte all’evidenza che il mondo li abbia messi da parte, i personaggi si interrogano sul senso di tutto e su quale sia il modo migliore di trascorrere gli ultimi anni.

La risposta di Manuel, inizialmente, è quella di un benevolo fatalismo. Una perdita di morale, quasi speculare alla perdita di lucidità di Emilio. Ma la compassione per il nuovo amico faranno sorgere in Manuel un nuovo sentimento. Un sentimento che lo porterà a contrastare l’indifferenza esistenziale in cui vive.

Scegliere come vivere di fronte alla certezza della morte

La storia dell’amicizia tra i due protagonisti ricorda molto i romanzi di Albert Camus. Personaggi messi di fronte all’assurdità della loro esistenza e all’indifferenza del mondo, in bilico tra l’accettazione avvilente o il dignitoso suicidio.

Ma che, grazie al legame che instaurano, scoprono una terza via: dare senso alla loro vita attraverso la solidarietà e il mutuo soccorso. Una scelta attiva che ribalta il gioco e che, pur non eliminando la tragica assurdità della loro vita, la rende degna di essere vissuta.

Titolo originale: Arrugas
Regia: Ignacio Ferreras
Durata: 90′
Genere: animazione
Anno: 2011

Se i film di animazione d’autore vi piacciono, allora non perdetevi l’italiano L’arte della felicità. Potete leggere anche la nostra recensione: L’arte della felicità: il buddhismo animato.

Banner Blog

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.