Documentari Impegno e denuncia sociale Recensioni

Humans of Emis: raccontare la mediazione culturale in una scuola internazionale

Il documentario di un giovane studente, girato nella Eastern Mediterranean International School, cerca di raccontare la diplomazia e la mediazione culturale all’ombra del conflitto israeliano-palestinese.

Il potere del dialogo e del confronto

In una regione complessa e attraversata da un conflitto apparentemente irrisolvibile, sorge una scuola che spera di cambiare le cose attraverso l’educazione al dialogo. Si tratta della Eastern Mediterranean International School, un istituto che raccoglie giovani da tutto il mondo.

All’interno di questa scuola è stato girato il documentario Humans of Emis, un insieme di interviste e assemblee incentrate sul tema del conflitto tra israeliani e palestinesi. Un documentario coraggioso, che su un tema estremamente sensibile e spesso trattato in maniera spietatamente faziosa, sceglie di essere il più neutrale possibile.

Annullando la voce del regista, Jaime Musso, viene lasciato ampio spazio alle discussioni degli studenti della scuola. Ragazzi provenienti sia da Israele che dalla Palestina, ma anche dall’Europa, dall’Asia e dall’Africa. E attraverso il confronto tra sensibilità e culture diverse, si intravvedono le possibili soluzioni di un conflitto pluridecennale.

Mettersi nei panni dell’altro

Gran parte di Humans of Emis segue dei confronti di gruppo tra i protagonisti. Israeliani e palestinesi raccontano la loro esperienza di vita, la loro percezione di se stessi e degli altri, le rivendicazioni e le speranze che coltivano.

Insieme a loro, culture esterne al conflitto arricchiscono la discussione, portando nuovi spunti e offrendo punti di vista differenti. Grazie alla mediazione continua e ai feedback degli altri, una discussione potenzialmente esplosiva si trasforma in un’occasione di confronto. Qualcosa che, se non risolve le divergenze, permette quantomeno di immedesimarsi e comprendere meglio quelli che percepiamo come “nemici”.

Un documentario giovane e coraggioso

Humans of Emis è un documentario ben girato, ma molto semplice. Tuttavia, nonostante l’apparenza di un progetto estivo di un giovane talentuoso, si rivela anche un film pieno di coraggio.

Coraggio nel non autocensurarsi e nel non censurare nessuno dei suoi intervistati. Coraggio nell’affrontare un tema la cui importanza è esplosa con gli avvenimenti degli ultimi giorni, senza timore nel riportare le parole delle due parti.

Ma soprattutto, il coraggio nel mantenere una fondamentale neutralità. Un atto di buona fede che merita ammirazione, in un’epoca dove i fatti vengono estrapolati e piegati a narrazioni strumentali. In questo, Humans of Emis è un documentario estremamente coraggioso: il suo obiettivo non è vincere un conflitto, ma ipotizzarne una soluzione.


Se questo documentario vi interessa, vi piacerà anche il documentario Ghiaccio, basato sulla storia del primo team di curling composto da rifugiati. Una storia di sport e integrazione, di cui potete leggere la nostra recensione Ghiaccio: sei vite migranti incastrate tra sport e burocrazia.

Titolo: Humans of Emis
Regia: Jaime Musso
Genere: documentario
Anno: 2021
Paese di produzione: Israele
Prova Gratis UAM.TV per una settimana!
UAM.TV. Film, documentari e videocorsi per un altro mondo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.