Documentari Impegno e denuncia sociale Recensioni

Nel centro Rostom: Storie dal Dormiveglia

Le storie di chi vive il centro Rostom, in uno stallo esistenziale raccontate senza filtri. Scene e discorsi in libertà, come in un dormiveglia che scioglie le inibizioni, dove chi si trova ai margini della società può dare voce alla sua interiorità.

Un film-reportage, dove a parlare sono gli ospiti del Rostom, dormitorio bolognese dove trovano ospitalità persone che hanno perso la casa. Tra ospiti di passaggio e inquilini fissi, scopriamo un mondo sepolto nell’abbandono delle periferie e dell’indifferenza.

IL CROCEVIA DEGLI ABBANDONATI

Il Rostom è un nome che potrebbe non dire molto a tutti, ma c’è chi senza centri come questo non saprebbe come fare. Nei suoi corridoi, negli anni di attività, sono passate persone con disagi sociali, economici, psichici.

Persone che hanno perso tutto e che, in un momento di estrema difficoltà, hanno trovato un momento di respiro nel Rostom. Storie Dal Dormiveglia si costruisce come una raccolta, una serie di spezzoni nei quali gli ospiti del centro si raccontano senza trattenersi.

Non si tratta di interviste, né di inchieste sulla natura del loro disagio. Storie Dal Dormiveglia non si propone di essere un reportage giornalistico, né un documentario informativo classico. Si tratta di un film nel quale viene dato spazio alla emotività di queste persone.

I sogni, i ricordi, le paure e le incertezze che devono affrontare sono la vera sostanza di questo documentario. Non una raffigurazione statistica, ma un’apertura su categorie umane dimenticare, al fine di restituire loro una dignità.

LA TERRA DI MEZZO DEL SOGNO

Sembra non esserci nulla di più calzante del dormiveglia in cui ambientare queste testimonianze. Non solo per la location del Rostom, che come abbiamo detto è un dormitorio. Ma soprattutto per la natura delle confidenze fatte.

Tutto ciò che viene condiviso ci arriva nella forma di una confidenza, di un racconto intimo fatto a un compagno di letto negli attimi in cui la presa della ragione si indebolisce e i pensieri sgorgano senza arresto.

In questo campo aperto, fatto di confidenze in penombra, alla luce di un’ultima sigaretta prima del sonno, si mostrano storie. Storie di ex-carcerati, tossicodipendenti, persone che perdono anche la casa per un dissesto economico.

Ci sono le storie di chi è venuto in Italia per una vita migliore e ha finito per rimanere incastrato in una precarietà senza fine. E di chi ha finito per essere abbandonato da tutti, in una misera solitudine.

LE VOCI CHE NON SI SENTONO

Tutto questo compone Storie Dal Dormiveglia: i racconti di voci che rimangono inascoltate, relegate in luoghi marginali delle città, dove lo sguardo cade di rado e dove l’abbandono è totale.

In un mare di indifferenza, queste persone possono ancora contare su porti sicuri come il Rostom. Storie Dal Dormiveglia, opera di Luca Magi, regista e operatore del Rostom, ridà voce a questo lato della solidarietà. Il lato oscurato dalla diffidenza e dall’isteria di questi anni, ma nel quale continuano a transitare esseri umani dimenticati.

Potete vedere qui il trailer del film.

Se il tema dell’integrazione sociale e della solidarietà vi interessa, potrebbe piacervi anche il film La Mia Classe, interpretato da Valerio Mastandrea. Potete vedere qui il trailer del film e leggere qui la nostra recensione.

Iscriviti a UAM.TV, la tv della consapevolezza con approfondimenti, film,documentari e voci fuori dal coro.
UAM.TV Voci fuori dal coro-Documentari film e approfondimenti per Un Altro Mondo possibile

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Vi ricordiamo che potete consultare il nostro palinsesto presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.