Ambiente

Oggi 5 febbraio giornata Nazionale contro lo spreco alimentare

A chi non è capitato di dover buttare del cibo avanzato perchè ormai avariato o scaduto, dimenticato nella dispensa o nel frigorifero e non più commestibile? Purtroppo questa tendenza tipica delle società cosumistiche occidentali sta diventando sempre più diffusa e rischia di rappresentare una vera e propria minaccia per l’ecosistema a causa delle sue ingenti proporzioni.

Infatti non si tratta di uno spreco alimentare di poche famiglie, bensì di milioni di nuclei abitativi che ogni giorno acquistano più cibo di quanto in realtà riescono a consumare, con un conseguente spreco di centinaia di chili di alimenti che da un lato aumentano il già ingente carico di rifiuti da smaltire, e dall’altro rappresentano un vero e proprio “insulto” per quella grande parte di umanità che invece non riesce a sfamarsi adeguatamente.

Spreco alimentare

E noi italiani, ahimè, contribuiamo non poco a questo spreco di frutta, verdura, latte, latticini e ogni genere di prodotto che per molti rappresenterebbe invece un un “tesoro” alimentare da proteggere e consumare.

In occasione della IX Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, che si celebra oggi 5 febbraio 2022, sono stati diffusi i dati del Rapporto ‘Il caso Italia‘ 2022 di Waste Watcher International per iniziativa della campagna Spreco Zero di Last Minute Market e dell’Università di Bologna, su monitoraggio Ipsos.

Il Rapporto mostra purtroppo dei dati in contro tendenza rispetto all’ultimo biennio. Torna infatti a crescere lo spreco di cibo tra gli italiani interrompendo la tendenza positiva affermatasi durante la fase più acuta della pandemia da Covid-19. Durante l’ultimo anno, in Italia, si contano 7 miliardi di euro buttati nei rifiuti, una cifra che corrisponde allo sperpero annuo di 1.866.000 tonnellate di cibo (un aumento di circa il 15% in più rispetto dell’anno precedente). 

Riportiamo qui il rapporto dell‘IPSOS, organizzazione diffusa a livello mondiale, specializzata in ricerce di mercato:

Gli italiani e lo spreco alimentare, circa il 15% in più dell’anno precedente

I dati del nuovo Rapporto ‘Il caso Italia‘ sono stati presentati oggi durante il convegno tenutosi in occasione della Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare 2022. Ecco alcuni dei principali risultati: 

  • In media, a settimana, gli italiani gettano nella spazzatura circa 595,3 grammi di cibo, ovvero 30,956 kg annui (circa il 15% in più dell’anno precedente, in cui si sono gettati via 529,3 grammi di cibo).
  • La top 5 degli alimenti più sprecati è rimasta pressoché invariata rispetto all’anno precedente. In prima posizione troviamo la frutta fresca (25,5 grammi), seguita da insalate (21,4 grammi), pane fresco (20,0 grammi), verdure (19,5 grammi) e cipolle, aglio, tuberi (18,7 grammi).
  • Chi spreca più cibo in Italia? I dati del Rapporto si accentuano al Sud (+18% di spreco rispetto alla media nazionale), nelle famiglie senza figli (+12%), nei ceti medio-bassi (+12%), nei ceti popolari (+7%) e nei comuni medi (+8%).
  • Tra le cause che stanno alla base dello spreco alimentare si notano piccole differenze rispetto all’anno scorso. In particolare, quest’anno, alla domanda “Perché la mia famiglia spreca?” il 47% degli intervistati afferma di dimenticarsene, trovando il prodotto scaduto/deteriorato. Invece, alla domanda: “Perché le altre famiglie sprecano?” la maggioranza degli intervistati (45%) ritiene che acquistano troppo cibo.  

Combattere lo spreco di cibo, strategie per ridurre gli sprechi 

In merito, invece, a quelle che sono le strategie anti-spreco attuate dalle famiglie italiane, possiamo notare:

  • In generale, meno della metà degli italiani attua una strategia anti-spreco durante la fase di acquisto del cibo. In particolare, il 41% dichiara di acquistare periodicamente prodotti a lunga scadenza e frequentemente prodotti freschi. A seguire, il 36% fa affidamento a un’organizzazione del frigorifero/dispesa per tenere sotto controllo la scadenza dei prodotti oppure acquista confezioni di cibo in piccoli formati
  • Invece, durante la fase di consumo del cibo, l’86% degli intervistati dichiara di mangiare prima il cibo deperibile oppure di valutare attentamente le quantità necessarie prima di cucinare. L’85% afferma di conservare il cibo avanzato, di mangiare tutto ciò che si è preparato oppure di controllare se gli alimenti scaduti possano essere ancora consumati. 
  • Quali sono i provvedimenti che possono aiutare le famiglie e i singoli ad adottare comportamenti virtuosi nella lotta allo spreco di cibo? L’89% degli intervistati ritiene fondamentale l’istruzione nelle scuole, l’85% sostiene che sia utile mostrare ai cittadini gli effetti negativi delo spreco alimentare ha sull’ambiente e sull’economia, un altro 83% pensa che si potrebbero migliorare le etichette sulle modalità di consumo.

Fonte: Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, in Italia torna a salire lo spreco di cibo

La giornata contro lo spreco alimentare che viene celebrata il 5 febbraio di ogni anno ha proprio la funzione di rendere più sensibili a tale tematica le persone.

Ed è un segnale molto positivo il fatto che in Italia negli ultimi anni siano nate numerose di associazioni contro lo spreco che hanno come obiettivo trasformare lo ”spreco” in una nuova opportunità per tante altre persone.

Altre ancora invece puntano a sensibilizzare le persone riguardo ad una delle ragioni principali che causano lo spreco, e cioè l’acquisto sprorzionato e non ragionato di prodotti alimentari, attraverso l’educazione alimentare e il risparmio delle risorse economiche ed energetiche.

A tal proposito una delle regole più celebrata è proprio ”Compra ciò che mangi, mangia ciò che compri”.

E noi di UAM.TV, ci uniamo a questo semplice ma importantissimo appello!


abbonati a uam tv

PERCHÉ PARTECIPARE?

UAM.TV nasce per offrire un palinsesto di Masterclass, Seminari, Film, Serie, Documentari e Live selezionati tra i più importanti Autori/Relatori/Trainer al mondo.

Al suo interno troverai approfondimenti a tema scientifico, medico, filosofico e spirituale per la tua crescita ed evoluzione personale, professionale e spirituale.

Entra nella Community Facebook “UAM.TV Community” per accedere a Live, Masterclass, Seminari e contenuti esclusivi. 

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.