Documentari Le buone notizie da Gaia Recensioni

Alta Via Dei Parchi: camminare per entrare nel mondo

Lo slow traveling, o viaggio consapevole, è sempre più diffuso e apprezzato: Alta Via Dei Parchi è un documentario che vuole esaltare le virtù del trekking. Una camminata lunga giorni, per entrare nel cuore di un territorio e conoscere culture, storie e natura.

Un viaggio tra gli appennini emiliani

Come potrete facilmente capire dal titolo, questo viaggio segue il percorso dell’Alta Via dei Parchi. Un grande itinerario mozzafiato che con i suoi 500 chilometri di sentieri attraversa ben 8 parchi naturali. Tra questi, il Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano e quello delle Foreste Casentinesi, famoso per il sentiero delle cosiddette “foreste sacre”.

Il documentario segue la passeggiata di due amici. Due anime simili che si sono incontrate lungo la Via Francigena, una strada da Canterbury a Roma che si percorre in 3 mesi di cammino. Da allora, i protagonisti continuano a incontrarsi, insieme a vecchi e nuovi amici, per condividere la passione del trekking e dell’avventura.

Telecamera al seguito, il viaggio si snoda per l’Alta Via attraversando fiumi d’importanza cruciale per le comunità locali, luoghi pregni di valore storico e di significati artistici e anche piccoli crocevia dove i camminatori si incontrano da decenni per una chiacchierata o anche solo per un caffè lungo il percorso.

Una camminata per crescere con la montagna

Perno del film è il rapporto che si instaura tra i camminatori e i territori che attraversano. Quel legame che si instaura da chi vive l’Appennino e coltiva esperienze sulle sue coste e nelle sue valli. Come i protagonisti raccontano, l’Appennino è come un padre burbero per chi lo vive: una figura che impartisce lezioni anche severe, ma capaci di far crescere.

Ed è la crescita quello su cui Alta Via Dei Parchi si concentra maggiormente. Quel processo di innalzamento, di miglioramento, di rafforzamento spirituale che i percorsi in una natura selvaggia punteggiata di insediamenti umani possono regalare.

Una crescita umana che viene raccontata anche da chi questi luoghi li vive stabilmente, come il cantautore e poeta Francesco Guccini che si concede per un’intervista in cui racconta di come egli si senta figlio dell’Appennino. I ricordi dell’infanzia lungo il fiume, delle prime camminate e della vita agreste sono solo alcuni dei racconti che gli intervistati regalano a questo documentario.

Una storia sull’Alta Via Dei Parchi

Questo documentario, con le sue interviste e i suoi racconti persi tra natura e storia, sembra una specie di Decamerone. Una storia cornice dove i singoli personaggi e le loro vicende alimentano una storia ancora più grande.

E la storia di Alta Via Dei Parchi è quella di un enorme territorio e delle vite che gli passano attraverso, che come sedimenti di roccia aggiungono strati negli anni e arricchiscono di magia questo tempio naturale.

Titolo originale: Alta Via Dei Parchi
Regia: Serena Tommasini Degna, Enrico Brizzi
Genere: documentario
Anno: 2013
Durata: 64′
abbonati a uam tv

Se il tema della spiritualità e della natura vi interessa, potrebbe piacervi anche il film Voci Dal Silenzio. Potete anche leggere la nostra recensione Voci dal silenzio: le vite degli eremiti moderni.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi consultare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Se hai voglia puoi lasciare un commento qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.