68 Voci 68 Cuori Risorse gratuite

Cortometraggio animato nell’idioma originale Tsotsil – “La riunione degli Spaventapersone”

I Maya Tsotsil degli altopiani centrali del Chiapas, in Messico, sono un gruppo etnico di indigeni, discendenti diretti degli antichi Maya. Il nome Tsotsil, storicamente utilizzato dalla popolazione messicana, designa un gruppo di lingue indigene strettamente imparentate. Questo nome è la forma castiglianizzata di tsots´il, che significa forte. I parlanti delle lingue tsotsil chiamano la loro lingua bats´i k´op, che significa parola vera, proferita dai bats´i vinik, gli uomini veri.

Lo tzotzil, come il tzeltal e il ch’ol, discende dal protocho’ol parlato alla fine del periodo classico in celeberrimi siti archeologici come Palenque e Yaxchilán. Oggi, i più grandi comuni tzotzil sono San Juan Chamula e Zinacantán.

Negli anni ottanta, Samuel Ruiz, vescovo di San Cristóbal de Las Casas, si rese conto che per evangelizzare le popolazioni del Chiapas era necessario imparare almeno una delle sette lingue indigene parlate nella regione. Decise così di apprendere proprio lo tzotzil, che scelse come lingua sacra. In questa lingua, infatti, tradusse la Bibbia

La lingua Tsozil è usata come lingua ufficiale di insegnamento in alcune scuole primarie e secondarie nel Chiapas centrale. Vi sono comunità che parlano lo Tsotsil nell’intero stato del Chiapas e nel resto del Messico.

Al momento la lingua Tsotsil si colloca al quinto posto per numero di parlanti (circa trecentomila) tra le lingue indigene più diffuse in Messico, subito dopo gli idiomi Nahuatl, Maya , Mixteco e Zapoteco.

Tsotsil – “La riunione degli Spaventapersone”.

——————————————————–

Cortometraggio animato in lingua originale Tsotsil – “La riunione degli Spaventapersone”

Basato su un racconto della tradizione orale Tsotsil.

Sinossi: i Tsotsil raccontano che una volta i professionisti dello spavento, durante il loro incontro annuale, dovevano eleggere il loro presidente. Tutti baruffavano e si agitavano, e dovette intervenire l’Ariete per porre fine al litigio.

Versione: Bats´i k´op (Tsotsil)

Titolo originale: Stsob sbaik Jsibtasvanejetik

Vo’nexa ta-jmek, teyta yolom jtek’ muk’tate’,stsobsba stekelik buch’u sna’ sibtasvanike sventa sva’naik ya jpresidente-ik.
Ti buch’u va’al xkomne stsotsme xch’ulel sk’an sveta stsibtasan stekel ti jente-etike. Vo’onchikom xita anil li Jti’vaneje, stek’olanxa ta-anil yakan. Laj xtokne, vo’on chikom xili Jnatikil jole, yu’un vo’on to J-alak’jbaxi la jyal; k’opoj ta anil li Sombreron xtokne yu’unme sna’oj k’alaluk mi taet ta ilel stuke chamem ta xi’el xkom yu’un stekel li vinketike. Tey xvochvunik-o ta xchapel, ja’ mu’yuk stik’ sba li Duende xkaltike yu’un sna’oj ti ja’mas stsots ta sibtasvane.
Tey x-al un-o ti jnatikil jole va’iun likik ta avanel skotolik “ vo’on chi kom ta presidente, vo’on chi kom ta presidente xi-ik”.
Va’iun li Jti’vanej xkaltike tey lik tsajubuk sibtaslok’el stekel li xchi’iltake.
Ja’jech muxabuy stsob-o sbaik.

———————————————

Vi rimandiamo al nostro post di presentazione per conoscere in dettaglio il progetto di 68 Voci – 68 Cuori e qui per vedere tutti i corti già pubblicati.

I primi 18 corti e le lingue che ascolteremo.

Nei prossimi post proseguiremo con la pubblicazione dei primi 18 “corti”, con le storie superbamente illustrate e animate di 68 Voci-68 Cuori, corrispondenti alle seguenti lingue:

1. Náhuatl  – “Quando una lingua muore”.

2. Huasteco – “Come il coniglio arrivò sulla luna”.

3. Mixteco – “La morte”.

4. Maya – “L’ultima danza”.

5. Totonaco – “Muore il mio volto”.

6. Yaqui – “Il grillo stregone”.

7. Zapoteco – “Il volto di Prometeo”.

8. Tsotsil – “La riunione degli Spaventapersone”.

9. Tojolabal – “La tigre e il grillo”.

10. Tlahuica – “La strega”.

11. Matlatzinca – “Le lucciole che adornano gli alberi”.

12. Purepécha- “La Vergine della Salute e il pesce bianco di Michoacán”.

13. Ixcateco – “Perché le palme da dattero crescono a Ixcatlán”.

14. Chocholteco – “La bambina della lana”.

15. Oluteco – “La danza de “La Malinche”.

16. Q´anjolab´al – “La festa del granturco”.

17. Cucapà – “L’origine dei monti”.

18. Ayapaneco – “Il vento”.

abbonati a uam tv

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Ti ricordiamo che puoi visionare in qualsiasi momento il nostro palinsesto sul catalogo pubblico di UAM.TV.

Se ha voglia puoi scrivere un commento su quest’articolo qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.