Le buone notizie da Gaia

La comunità di Ciampino fa una colletta per aiutare John a tornare a casa e dare l’ultimo saluto alla madre

Questa è la storia di una comunità che ha aiutato una persona in difficoltà. Fino a qui nulla di strano, direte voi. Ma la vicenda non è così comune, fidatevi.
John, è un signore nigeriano che da anni si occupa di pulire le strade di Ciampino, una piccola cittadina dei Castelli Romani. Non ha pretese, non chiede nulla in cambio se non qualche spicciolo per poter tornare a casa e salutare la madre morta qualche giorno fa.

Questa è la storia di un gesto, di un aiuto e la scintilla che ha innescato questo movimento la dobbiamo a Cristian De Filippis, il gestore del Geff Caffè, un bar di Campino.

“In sei anni non l’ho mai visto chiedere nulla – racconteràil titolare del Geff Café – È sempre educato e ha un sorriso per tutti nonostante i problemi. Per questo quando un giorno l’ho visto piangere fuori dal bar mi sono stupito. Aveva appena saputo della morte della madre e mi aveva spiegato che non aveva i soldi per rientrare in Nigeria e salutarla per l’ultima volta”.

De Filippis, dopo quel giorno, ha deciso subito di agire mettendo sul bancone un grosso salvadanaio di coccio. L’Obiettivo era quello di recuperare il denaro per un volo andata-ritorno Italia-Nigeria. Per dare risalto all’iniziativa, ha pubblicato un post su Facebook e invitato chiunque a donare. Nessun crowdfunding su Internet, ha fatto alla vecchia maniera.

“Non pensavo avrebbe funzionato”, ha detto emozionato il barista. Invece, le offerte hanno superato ogni aspettativa. Per John sono arrivati in molti, anche da altri paesi dei Castelli Romani per dargli una mano.

Così si è arrivati al grande giorno, quando davanti a John, su un tavolino, è comparso il salvadanaio di coccio pieno dell’amore di un’intera comunità. Nel video John all’inizio sembra non capire. Gli gridano di romperlo e lui timidamente ci prova, finché, spronato dai presenti, sferra il colpo decisivo. Il coccio si frantuma e tutto diventa più chiaro. Il tavolo si riempie dei soldi della colletta e dei pezzi di solidarietà di una comunità intera. John scoppia in un pianto disperato, inconsolabile.

“La prima cosa che ha fatto è stato baciare la foto della madre – conclude il gestore – e finalmente ora, dopo le lacrime, l’ho visto sorridere di nuovo. In fondo basta poco per aiutarsi l’un l’altro”.

Iscriviti a UAM.TV, la tv della consapevolezza con approfondimenti, film,documentari e voci fuori dal coro.
UAM.TV Voci fuori dal coro-Documentari film e approfondimenti per Un Altro Mondo possibile

Vi ricordiamo che potete visionare il nostro palinsesto in qualsiasi momento presso il catalogo pubblico di UAM.TV.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.