Le buone notizie da Gaia

Accoglie in casa centinaia di animali per salvarli dall’uragano.

A Cancun, nella penisola dello Yucatan in Messico il titolare di un rifugio per animali randagi ospita in casa i suoi amici pelosi.

Ospitereste  in casa vostra,  nella vostra cucina, fra i vostri vestiti, nei vostri armadi e nel vostro bagno, decine e decine di animali randagi tra cani, gatti conigli, pecore e galline per proteggerli da un devastante uragano?

Lo scorso 10 ottobre, quando l’uragano Delta si stava per abbattere furiosamente sulla penisola  dello Yucatan in Messico, spinto dal suo grande cuore d’oro Ricardo Pimentel lo ha fatto. Ha infatti aperto le porte di casa sua a più di trecento cani randagi di ogni razza e dimensione, trasformandola in canile del tutto speciale!

Non solo cani…Ricardo accoglie tutti gli animali in casa sua.

Ma non è finita qui: decine di gatti hanno trovato rifugio nella stanza del figlio mentre quella della figlia è diventata una specie di “fattoria degli animali” dove scorrazzavano pulcini, conigli e perfino  un riccio.

Accoglie animali in casa. I gatti rifugiati nella camera del figlio.
Gattini sul letto del figlio di Ricardo.

E per concludere, un simpatico gregge di pecore ha trovato riparo sotto al patio!

“Ne valeva la pena: tutti sono sopravvissuti alla tempesta. Le cose che gli animali hanno rotto possono essere riparate o ricomprate, la casa ripulita, ma la cosa bella è vederli felici, sani e sicuri, senza traumi e ora hanno anche maggiori opportunità di essere adottati.” ha raccontato Ricardo nell’intervista rilasciata all’ Associated Press.

La “Tierra de Animales”, un sogno d’infanzia realizzato.

Ricardo Pimentel ha realizzato un sogno d’infanzia, e cioè aprire un rifugio per gli animali dove ospitare cani e animali randagi di ogni genere chiamato la Tierra de Animales (Terra degli Animali), messo in piedi quasi un decennio fa a circa 30 chilometri a sud-ovest di Cancun, dove vive con la sua famiglia.

Accoglie animali in casa. I cani nella cucina di Ricardo, che ha accolto in casa decine di cani randagi
I cani nella cucina di Ricardo.

L’ arrivo dell’uragano Delta. Una minaccia per la sopravvivenza degli animali.

Il 6 ottobre scorso,  con un post sui social media, quando l’uragano si stava approssimando alla città, Ricardo aveva riferito agli amici di aver tagliato i rami degli alberi e bloccato le finestre del rifugio avvertendo della devastante minaccia in arrivo. Preoccupato per una possibile chiusura prolungata dei negozi e della conseguente mancanza di provviste per i suoi animali, chiedeva nel suo appello anche un supporto economico: “Se vivessi con 10 o 20 cani, non mi preoccuperei molto, ma qui abbiamo centinaia di animali e non possiamo permetterci il lusso di non avere abbastanza cibo.”

E poi, per proteggere gli animali, non ha esitato a portarli tutti dentro casa,  pubblicando poi in un post successivo l’incredibile foto di una  fila interminabile di amici pelosi in attesa di entrare. Il post è stato condiviso sui social media e ha fatto il giro del mondo, diventando virale e facendo raccogliere migliaia di dollari per aiutare Ricardo e i suo rifugio.

Una storia davvero toccante sull’importanza dell’amicizia e della solidarietà tra esseri viventi, valori che non dobbiamo mai dimenticare.

abbonati a uam tv

Ti è piaciuto quest’articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Rispondi