Recensioni

Mohenjo Daro: le guerre degli dei

Chiunque abbia avuto la fortuna di visitare i luoghi dove sorgono le rovine delle più antiche civiltà, come Mohenjo Daro, conosce la sensazione di meraviglia e intrigo che esse possono suscitare.

Il passare dei millenni, che si sovrappongono come sedimenti della storia, aumentano uno scarto tra l’adesso e l’allora. Dentro questo scarto, le ipotesi e le congetture su cosa si annidi nei meandri più remoti del passato fioriscono.

Mohenjo Daro è uno di quei meandri: una città antichissima, risalente al secondo millennio avanti Cristo, durante il periodo di massimo splendore della civiltà della Valle dell’Indo e improvvisamente abbandonata. Diego d’Innocenzo, autore di questo documentario, ne esplora il mito e la presenza negli antichi testi vedici.

LA STORIA DI UNA GUERRA ANTICA

Secondo i testi scritti dai Veda, le divinità del pantheon induista si scontrarono spesso tra loro, in roboanti guerre tra dei, demoni e umani. Il tema della guerra divina non è certo esclusiva dei testi indiani, in quanto storie simili sono presenti anche nelle mitologie occidentali e mediorientali.

Tuttavia, la scoperta di queste storie da parte degli studiosi inglesi che giunsero in India con l’imposizione del protettorato britannico generò un interesse e una sorpresa verso una mitologia tanto antica e avveniristica. L’interesse verso gli avvenimenti descritti nei testi antichi e la successiva scoperta del sito di Mohenjo Daro portarono i sanscritisti e gli storici a chiedersi se non vi fosse un fondamento storico alle narrazioni vediche.

Tra le persone che maggiormente indagarono questa ipotesi spicca David Davenport, discendente di una famiglia di latifondisti inglesi che rimase affascinato dalla scoperta dell’antica città e del mito che ad essa era legato.

ANTICHI DEI, ANTICHE TECNOLOGIE

Il vuoto del passato, quegli abissi incolmabili che i secoli lasciando tra gli eventi, sono fonte di fascinazione e stupore, fonte inesauribile di speculazione e indagine. Il documentario Mohenjo Daro – Le guerre degli Dei si inserisce in questa corrente di analisi storica.

Indagando i legami più distanti, formando le analogie più sorvolate e dando fiducia alle testimonianze dei testi passati, Diego d’Innocenzo ripercorre la storia teorizzata da David Davenport. Il risultato è un’indagine su un possibile cataclisma avvenuto nella città, conseguenza di una guerra tra divinità avvenuta lì. Questa guerra, secondo le fonti del tempo, potrebbe essere stata combattuta usando una tecnologia perduta ed estremamente avanzata.

Analizzando alcune prove rinvenute sul luogo e ascoltando le opinioni di studiosi occidentali, insieme a quelle di mistici induisti, Mohenjo Daro aggiunge un tassello alle narrazioni che seguono la teoria degli antichi astronauti e dell’origine divina, o extraterrestre, della specie umana.

QUALE STORIA?

È naturale che teorie di questo tipo facciano sorgere dubbi e scetticismo. Certamente, sia nel credere sia nel non credere, il fattore fondamentale viene giocato dalla fede, piuttosto che dal ragionamento.

E tuttavia, dovremmo scartare a prescindere narrazioni di questo tipo? Per quanto possano apparire fantasiose le loro ipotesi, per quanto siano infondate le analisi e le ricerche, non possiamo certo negare che il percorso che intraprendiamo nel seguirle non ci possa arricchire.

Mohenjo Daro, nel suo tentativo di dimostrare la veridicità dei testi vedici, ci aiuta a conoscerli in maniera più approfondita. Ci aiuta a capirne l’importanza per le popolazioni antiche e moderne, a vedere quanto l’immaginario da essi risvegliato sia stato il fondamento e l’ispirazione di molti elementi del mondo contemporaneo.

IL VALORE ANTROPOLOGICO DI MOHENJO DARO

Il documentario di Diego d’Innocenzo segue in maniera coerente la sua tesi e la sviluppa seguendo fonti letterarie e scientifiche di tutto rispetto. Il credere o meno alle sue conclusioni, nell’opinione di chi scrive, è qualcosa che va lasciato al giudizio dello spettatore.

Ciò che è certo è che la visione di questo breve documentario saprà affascinare e stimolare anche la mente più chiusa, mostrandogli l’immensità del nostro passato e l’oscurità delle sue radici. Un viaggio antropologico, storico e letterario che ci porta lontano, agli albori della nostra specie e delle sue prime forme di civiltà. Là, dove possiamo trovare le origini di quelli che siamo oggi.

Regia: Diego d’Innocenzo
Sceneggiatura: Diego d’Innocenzo
Paese di produzione: Italia
Durata: 35”
Genere: documentario
abbonati a uam tv

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi condividerlo sulla tua pagina social cliccando sulle iconcine qui sotto.

Rispondi