Animali

Leo, un eroe a quattro zampe

Leo è un cucciolo di Golden Retriever davvero molto particolare.

La sua storia ha fatto in pochissimo tempo il giro del mondo e del web perché, ancora una volta, è in grado di dimostrare quanto importanti possano essere i nostri amici a quattro zampe nella nostra vita.

E non solo perché sono in grado di migliorare le nostre vite con il loro amore e la loro fedeltà. Ma anche perché in moltissimi casi ci salvano la vita.

Questa è la storia di un cucciolo che ha indossato il mantello da eroe.

Ci sono cani che si sono trasformati in eroi in particolari occasioni di pericolo, basti pensare ai cani da salvataggio marino e alpino, oppure quelli che utilizzano il loro fiuto per trovare i dispersi o ancora gli amici a quattro zampe che fanno parte di vere e proprie squadre di polizia.

E anche Leo, il cucciolo di Golden Retriever protagonista di questa storia, è sicuramente un cane eroe.

Leo, il cucciolo di Golden Retriever che ha aiutato un bambino in terapia intensiva

Perché grazie alla sua presenza, un bambino gravemente malato è riuscito a migliorare e ora può sperare in un futuro felice.

Leo è un cane da Pet Therapy, ovvero un amico a quattro zampe educato per aiutare persone in difficoltà.

Quando ha incontrato per la prima volta il suo amico Oscar, i genitori del bambino non erano molto speranzosi.

Poteva un cane salvare la vita a loro figlio? All’epoca Oscar Haskell era un bambino di 3 anni con un tumore al cervello.

Quando ha conosciuto Leo era in terapia intensiva all’Ospedale di Southampton. Il suo battito cardiaco era troppo accelerato e i medici non avevano grandissime speranze.

Leo, il cucciolo di Golden Retriever che ha aiutato un bambino in terapia intensiva

Ed è proprio in quel momento che è intervenuto il nostro amico a quattro zampe. È bastato che Leo appoggiasse la sua zampa sulla manina di Oscar per far diminuire il battito.

Insomma, la presenza di Leo ha migliorato la salute del piccolo in pochissimi minuti. E da quel momento Oscar è migliorato sempre di più.

Sono passati quattro anni da quel giorno e il rapporto tra Leo e Oscar è sempre più stretto. La vita del bambino non è facile, ma è grazie alla presenza del suo amico a quattro zampe che il piccolo non ha nessuna intenzione di arrendersi.

Rispondi