Le buone notizie da Gaia

In Siria cadono le bombe, papà inventa il gioco delle risate per la figlia

Abdullah Al-Mohammad ha inventato un gioco per distrarre Selva, sua figlia di anni: ogni volta che cade una bomba loro ridono.

Abdullah Al-Mohammad ha inventato un gioco per distrarre Selva, sua figlia di quattro anni: ogni volta che cade una bomba loro ridono, così la bambina non si spaventa. La famiglia di Selva è stata costretta a fuggire dalla propria casa a Saraqib – una città a sessanta chilometri da Aleppo – a causa della guerra civile in Siria. Adesso vivono da un amico nella città di Sarmada, dove sono ancora circondati da costanti esplosioni.

Nel video Abdullah chiede: “È un aereo o è un proiettile?” “Un proiettile”, risponde la figlia. “Sì, e quando arriverà, rideremo”, dice Muhammed.

Non capisce cosa sia la guerra e io le faccio credere che i rumori provengano da armi-giocattolo”, ha spiegato Al-Mohammad a Sky News. “Ho deciso di insegnare a Selva questo gioco per proteggerla. Cerco di evitare che venga colpita da malattie legate alla paura”.

È una scena che ricorda “La vita è bella” di Roberto Benigni, in cui un padre trasforma in gioco la prigionia in un campo di concentramento nazista per non far vivere al figlio quell’orrore.

Lascia un commento

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie e privacy policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.